Passa ai contenuti principali

Post

Esemplare On. Federico Mollicone in risposta a Vito Crimi in audizione su Editoria e SIAE. Anche Anna Ascani chiede chiarimenti.

Post recenti

Da Fiorello a Ligabue, da Camilleri a Verdone un monito ad Antitrust "Il vostro ruolo non dovrebbe essere introdurre concorrenza anche dove non v’è un mercato".

Dopo il video comparso ieri 19.07.2018 su Vimeo (ancora reperibile a questo link) in cui sembrerebbero riportati fatti e documenti gravissimi sul mondo del diritto d'autore in Italia ed in particolare contro la Società con sede a Londra Soundreef, che ci ha lasciati veramente basiti se non sconvolti, oggi arriva uno spiraglio di luce.
Pubblichiamo di seguito la lettera depositata ad Antitrust in data odierna da alcuni degli Autori più rappresentativi del sistema culturale italiano e letta direttamente in audizione da un commosso Ennio Morricone, si proprio il Premio Oscar Maestro Ennio Morricone. Da leggere fino in fondo:
"La SIAE non ha scopo di lucro e la sua funzione è quella di assicurare protezione al diritto d’autore. Quest’ultimo è null’altro che il frutto del lavoro di migliaia di autori ed editori. È null’altro che il loro compenso per quella creatività, che è espressa in opere letterarie, teatrali, musicali, cinematografiche e figurative, della quale tutti benefici…

Quando di Diritto d'Autore e SIAE se ne occupavano luminari.

da Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 3.4.97 N.C. 105/5
rif. alla interrogazione scritta E-2255/96
Risposta del Presidente del Consgilio dei Ministri On. Mario Monti (economista, accademico):
[...] La gestione collettiva rappresenta una possibilità fra le altre nella gestione dei diritti. Essa viene generalmente ritenuta un sistema razionale di sfruttamento delle opere letterarie e artistiche, nella misura in cui permette di garantire un equilibrio soddisfacente tra gli interessi degli aventi diritto e dell'industria culturale, da un lato, e gli utilizzatori dall'altro. La Commissione ne ha quindi riconosciuto il ruolo in numerose direttive. La specificità della gestione collettiva giustifica così in linea generale una posizione di esclusività delle società di gestione nei confronti dei consumatori, affinché gli aventi diritto e i consumatori ne possano trarre tutti i benefici. Di conseguenza, le società di gestione si trovano molto spesso in una situazione di posizion…

Nicola Piovani: "combatto il pregiudizio delle retoriche libertarie sul diritto d'autore [...] e sostengo SIAE"

Gli Autori, quelli veri che spesso sono in ombra, sentono giustamente il bisogno di poter esprimere la loro opinione e, il loro grido di allarme sull'attuale dibattito circa il Diritto d'Autore. Dobbiamo sfatare il luogo comune che gli autori sono gente ricca e fortunata e dobbiamo sfatare anche molti miti, leggende e cattiverie pretenziose create ad arte contro la SIAE. Oggi ci pensa un grande, il Maestro Nicola Piovani con un intervento bellissimo -> DIFENDIAMO I DIRITTI DEI POETI è il titolo dell'articolo comparso oggi su Repubblica a firma del Maestro Nicola Piovani il quale ci ricorda che il diritto d'autore è una delle sacrosante conquiste della Rivoluzione francese e che in precedenza gli autori erano considerati servitù e solo grazie a questa conquista i "poeti" guadagnarono una la libertà. Il Maestro insiste, "Esistono artisti, musicisti e scrittori non famosi che sopravvivono in libertà grazie ai proventi del loro diritto d'autore"…

Da Morricone a Verdone, da Vasco a Bertolucci passando ai nuovi giovani Autori TUTTI UNITI CONTRO I SOPRUSI DI SKY e a sostegno di SIAE!

COMUNICATO UFFICIALE SIAE <--
COMUNICATO UFFICIALE 2 SIAE <--


Raccolta di comunicati stampa:

Diritto autore: da Bertolucci a Vasco, ecco il manifesto dei mille (AGI) - Roma, 13 apr. - Lo scontro sul diritto d'autore tra Sky e la Siae vede scendere in campo gli autori che in una lettera aperta prendono posizione e lanciano un appello all'Antitrust. Sono oltre mille - tra cui 4 premi Oscar (Bernardo Bertolucci, Ennio Morricone, Nicola Piovani e Gabriele Salvatores) - i firmatari del manifesto "Giu' le mani dal diritto d'autore" in difesa del loro diritto del lavoro e la Siae a cui hanno scelto di affidare la tutela delle opere. Gli autori di cinema, musica, radio, tv, teatro associati Siae denunciano in una lettera aperta il mancato rispetto del diritto d'autore da parte di Sky che dall'1 luglio 2017 rifiuta il rinnovo degli accordi di licenza in Italia, pur continuando ad utilizzare sui propri canali i repertori audiovisivi e musicali tutelati. Lo s…

Rampi: La SIAE non e' una societa' privata ma sono gli autori e gli editori italiani stessi

DIRITTO AUTORE. RAMPI (PD): SERVE EQUILIBRIO, NO FACILONERIE LIBERISTE (DIRE) Roma, 11 apr. - "La tutela del diritto d'autore nella societa' della comunicazione in cui siamo e' un tema importante e di grande valore anche economico. Senza la tutela del diritto d'autore non c'e' creativita' e si impoveriscono i contenuti. Quando sento parlare di liberalizzazione del mercato, come sento fare dal M5S, penso che ci sia confusione e faciloneria. Il diritto d'autore non e' una merce". Lo afferma il senatore del Pd Roberto Rampi, che aggiunge: "Gli autori hanno bisogno di piu' tutela rispetto alle grandi societa' della rete. I piccoli vanno tutelati dai grandi portatori di interessi che lucrano sulla loro creativita'. Ci vuole una giusta di distribuzione dei profitti che arrivi ai lavoratori: chi crea, chi scrive, chi realizza contenuti. La concorrenza non e' la bacchetta magica in questi campo come in altri. La liberalizzazio…

Nessuna infrazione da Bruxelles per SIAE. Legge in linea con UE.

In riferimento a questa notizia → http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2018/04/09/siae-fonti-ue-legge-normalizza-ma-non-aiuta-concorrenza_567a6e5b-4b37-4dc4-ac27-d627f2f36402.html
La SIAE chiarisce: Siae, Bruxelles ci ha confermato che l'Italia è in regola  (ANSA) - ROMA, 9 APR - "Questa mattina nostri dirigenti a Bruxelles hanno incontrato dirigenti della DG Connect della Commissione europea. Si è parlato anche del dossier sulla questione italiana e ci è stato confermato che a livello Ue considerano la normativa italiana allineata alla direttiva Barnier, come peraltro ha dichiarato lo stesso commissario Mariya Gabriel l'estate scorsa a Venezia dopo l'incontro con il ministro di Beni culturali e Turismo Franceschini". Lo scrive in una nota la Società degli autori e degli editori che replica alle indiscrezioni secondo cui per Bruxelles la nuova legislazione sulla gestione dei diritti d'autore prevista dagli emendamenti del decreto fiscale se da …